Parafrasi e Commenti

Cielo d’Alcamo, Rosa fresca aulentissima, parafrasi

-

SCHEMA METRICO: Strofe di 5 versi di cui i primi tre alessandrini e gli ultimi due endecasillabi, rimati a schema AAA BB.

-

PARAFRASI DEL TESTO

-

<< Oh fresca rosa profumatissima che appari all’arrivo dell’estate, le donne ti desiderano, sia le fanciulle che le donne sposate, tirami via da questi fuochi, se ne hai la volontà (se t’este a bolontate: lett. se la cosa ti sta a volontà). A causa tua non ho pace (abento: requie, pace, riposo) né di notte che di giorno, pensando sempre a voi, mia amata! >>

-

<< Se ti tormenti a causa mia, è la follia che te lo fa fare, potresti arare il mare, seminare ai venti, radunare tutta la ricchezza di questo mondo: eppure non mi potresti avere in questa vita, piuttosto mi rado i capelli >>

-

<< Se ti tagli i capelli, che io possa morire prima, perché insieme a loro mi perderei il diletto e la gioia, quando passo di qui e ti vedo, fresca rosa di giardino, mi procuri sempre una piacevole gioia, decidiamo che ad essa si aggiunga il nostro amore >>.

-

<< Che vi si aggiunga il nostro amore non voglio che mi piaccia, se ti trova qui mio padre con gli altri miei familiari, bada bene che questi rapidi corridori non ti acchiappino! Visto che sei stato fortunato al tuo arrivo, ti consiglio di star attento alla partenza! >>

-

<< Sei i tuoi familiari  mi trovano, e che mi possono fare? Ci metto una multa di duemila augustali: tuo padre non mi toccherebbe per tutto l’oro che è contenuto in Bari! Viva l’imperatore e grazie a Dio! Capisci, bella, quello che sto dicendo? >>

-

<< Tu non mi lasci vivere né di sera né di mattina, sono una donna che possiede bisanti d’oro e oro massamutino, se tu mi donassi tanto oro quanto ne ha Saladino, e in aggiunta quanto ne ha il Sultano, non mi potresti toccare nemmeno sulla mano. >>

-

<< Sono molte le donne che hanno la testa dura e l’uomo con le parole le domina e le persuade: la incalza tanto tutt’intorno finché non l’ha in suo potere. Una donna non può fare a meno di un uomo, bada, bella, di non dovertene pentire. >>

-

<< Che io me ne penta? Piuttosto io venga uccisa! Che nessuna donna onesta sia rimproverata a causa mia! Tempo fa sei passato di qui correndo a tutto spiano: prenditi un po’ di riposo, cantastorie, le tue parole a me non piacciono affatto! >>

-

<< Quanti sono i dolori che mi hai messo nel cuore, anche solo pensandoci durante il giorno, quando esco! Non ho mai amato una donna di questo mondo quanto amo te, rosa desiderata: ho ragione di credere che tu sia stata destinata a me. >>

-

<< Se ti fossi stata destinata farei una bella caduta, perché sarebbe sprecata con te la mia bellezza, se mi accadesse tutto ciò, mi taglierei le trecce, e mi faccio suora in un convento, prima che tu possa toccare la mia persona! >>

-

<< Se tu ti fai suora, oh donna col viso luminoso, io vengo a quel monastero e mi faccio frate,  per vincerti con una simile prova (d’amore) lo farei volentieri. Starei con te mattina e sera, è necessario che io ti tenga sotto la mia egemonia >>

-

<< Ohimé, sventurata e infelice, che brutta sorte ho avuto! Gesù Cristo l’altissimo è completamente adirato con me! Mi hai concepita perché mi imbattessi in un uomo blasfemo! Percorri la terra, che è assai grande e troverai una donna più bella di me. >>

-

<< Ho frugato la Calabria, la Toscana, e la Lombardia, la Puglia, Costantinopoli, Genova, Pisa e la Siria, la Germania e Babilonia e tutta l’Africa Berbera, e non vi ho trovato una donna tanto cortese, per cui ho scelto te come mia sovrana. >>

-

<< Dal momento che ti sei tanto affaticato, ti faccio una richiesta, che tu mi vada a chiedere in sposa a mia madre e a mio padre. Se ti fanno l’onore di concedermi a te, portami al monastero e sposami davanti alla gente, e poi eseguirò le tue volontà >>

-






About

Tutte le parafrasi di cui hai bisogno a portata di click!

Powered by AlterVista

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.