Parafrasi e Commenti

Parafrasi “Amore è uno desio che ven da core” di Giacomo da Lentini

    Amore è uno desio che ven da core è un sonetto amoroso di cui è protagonista non la donna, ma l’amore stesso e la fenomenologia della sua genesi. L’intero testo è dedicato infatti alla descrizione dei fenomeni che, a partire da un’immagine penetrata attraverso gli occhi e recepita dal cuore, portano alla genesi dell’amore. Giacomo da Lentini inaugura così un filone poetico, quello che tratta in maniera “scientifica” del fenomeno amoroso, che andrà a costituire una delle principali linee di sviluppo della poesia italiana: buona parte della poesia degli Stilnovisti e di Dante avrà infatti come tema la riflessione sempre più profonda, scientifica e filosofica sulla fenomenologia amorosa.

 -

PARAFRASI DEL TESTO

-

L’Amore è un desiderio che proviene dal cuore, causato dall’abbondanza di un sentimento di forte piacere (gran piacimento), e sono dapprima gli occhi a generare l’amore e (poi) il cuore ad alimentarlo.

-

Può anche darsi (ben) che qualche volta (alcuna fiata) un uomo si innamori (è om amatore) senza vedere l’oggetto del suo innamoramento (so’nnamoramento), ma (sott. di norma, in genere) quell’amore che afferra con violenza ha  origine dal senso della vista (lett. dalla vista degli occhi)

-

Infatti gli occhi riferiscono (rapresentan: lett. raffigurano) al cuore che forma fisica abbia (com’è formata naturalmente: lett. quale forma la natura abbia dato a) ciascuna cosa, buona o cattiva, che essi vedano,

-

e il cuore, che riceve ciò (che zo è concepitore: lett. che raccoglie la rappresentazione di quanto percepito dagli occhi), riproduce quell’immagine, e prova piacere per il desiderio che da essa scaturisce. E l’amore, così fatto (questo: l’amore così come è stato descritto nella sua fenomenologia all’interno del sonetto), regna tra la gente.

-






About

Tutte le parafrasi di cui hai bisogno a portata di click!

Powered by AlterVista

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.