Parafrasi e Commenti

La tua ricerca ha prodotto i seguenti risultati:

CIÒ CHE M’INCONTRA NE LA MENTE MORE PARAFRASI DEL TESTO Il sonetto rientra in una terna di componimenti marcatamente introspettivi e fortemente debitori nei confronti della maniera di Cavalcanti. Nella finzione narrativa della Vita Nuova, la composizione di questi testi fa seguito all’episodio del “gabbo”. Il gabbo è una impietosa derisione che Dante subisce da […]




VOI CHE PORTATE LA SEMBIANZA UMILE PARAFRASI DEL TESTO Sonetto ricompreso nella Vita Nuova. Nella finzione narrativa dell’opera, Dante viene spinto alla composizione del testo dalla notizia della morte del padre di Beatrice. Nei versi il poeta si rivolge ad un gruppo di nobili donne, di ritorno dalla visita in casa del defunto. Le donne […]




LA QUIETE DOPO LA TEMPESTA PARAFRASI DEL TESTO La tempesta è passata: sento gli uccelli far festa (riprendendo il loro canto),  e la gallina che,  tornata per la strada (dopo essersi riparata al chiuso) torna a fare il suo verso. Ecco che il sereno appare da ponente, verso la montagna; la campagna si libera (sgombrasi: […]




    Celebre sonetto dantesco, indirizzato a Guido Cavalcanti, poeta stilnovista concittadino di Dante e indicato da Dante stesso, nella Vita Nuova, come il più importante dei suoi amici. Il testo appare incentrato sul tema dell’amicizia che lega i due poeti e un terzo autore, Lapo Gianni, altro stilnovista amico di Dante. Il tema è sviluppato attraverso […]




SE’ TU COLUI C’HAI TRATTATO SOVENTE PARAFRASI DEL TESTO Il sonetto Se’ tu colui c’hai trattato sovente fa parte di una coppia di componimenti la cui composizione, nella finzione narrativa della Vita Nuova, si lega alla notizia della morte del padre di Beatrice. Nel primo sonetto del dittico – Voi che portate la sembianza umile […]




CAVALCANDO L’ALTR’IER PER UN CAMMINO PARAFRASI DEL TESTO In questo sonetto Dante traspone nell’immagine dell’incontro con Amore “pellegrino”, che si sposta da un luogo in un altro, la propria situazione sentimentale, caratterizzata dalla necessità di trasferire il proprio amore da una donna ad un’altra. Nella Vita Nuova, infatti, il testo si colloca all’indomani del trasferimento […]




CON L’ALTRE DONNE MIA VISTA GABBATE PARAFRASI DEL TESTO Nella finzione narrativa della Vita Nuova, la composizione di questo sonetto fa seguito all’episodio del “gabbo”. Il “gabbo” non è altro che un’ingiusta derisione di cui Dante è oggetto da parte di Beatrice e di altre sue compagne. L’episodio si consuma durante un pranzo di nozze, […]




TRE DONNE INTORNO AL COR MI SON VENUTE ANALISI E COMMENTO Come si presenta il testo sotto il profilo metrico? Tre donne intorno al cor mi son venute è una canzone formata da cinque strofe in cui si alternano versi endecasillabi e settenari, distribuiti secondo lo schema AbbC AbbC CDdEeFEfGG. I congedi sono due: il primo […]




AMORE E ’L COR GENTIL SONO UNA COSA ANALISI E COMMENTO Lo schema metrico Amore e ’l cor gentil sono una cosa risponde alla forma metrica del sonetto: il testo si compone di quattordici versi, tutti endecasillabi, ripartiti in quattro strofe: le prime due di quattro versi (quartine), le successive di tre versi (terzine). La rima […]




A CIASCUN’ALMA PRESA E GENTIL CORE RIASSUNTO La metrica A ciascun’alma presa e gentil core è un sonetto di schema ABBA, ABBA, CDC, CDC. L’antefatto Il sonetto A ciascun’alma presa e gentil core è la formulazione in versi di un invito che Dante rivolge ai rimatori in volgare suoi contemporanei, affinché intervengano nell’interpretazione di un suo sogno. […]













About

Tutte le parafrasi di cui hai bisogno a portata di click!

Content Protected Using Blog Protector By: PcDrome.