Riassunto Il Carbonaio di Niversa


JACOPO PASSAVANTI

IL CARBONAIO DI NIVERSA

– RIASSUNTO –

SEQUENZA 1 – Antefatto


La vicenda narrata ha inizio in una notte, durante la quale un carbonaio, stando nella sua capanna, a guardia di un fosso pieno di legname messo ad ardere per la produzione del carbone, sente delle grida provenire dall’esterno. Uscendo per capire chi sia a gridare, il carbonaio si trova di fronte una scena truculenta.


SEQUENZA 2 – Visione


Il carbonaio vede un cavaliere inseguire una donna nuda, accoltellarla e gettarla nella fossa dei carboni ardenti; quindi, dopo averne raccolto il cadavere carbonizzato, andare via. Incapace di comprendere il significato ….

… della scena – che si ripropone sotto i suoi occhi anche le notti successive – il carbonaio si rivolge al conte di Niversa, uomo “spirituale” (ossia di cultura), perché assista in prima persona al fatto e gliene illustri il senso.


SEQUENZA 3 – Spiegazione


Il conte accetta la proposta del carbonaio e, quando la scena si consuma, si fa avanti e chiede al cavaliere per quale ragione ogni notte insegua la donna e la getti nella fossa. Il cavaliere spiega che egli e la donna sono due anime del Purgatorio, due peccatori ai quali, per essersi pentiti in punto di morte, Dio ha concesso di scontare con quella crudele caccia anziché con l’Inferno i peccati commessi in vita. Il cavaliere rivela che la donna è stata la sua amante e che ella …

… è giunta ad uccidere il marito affinché insieme potessero peccare in libertà. L’atroce condizione, di cacciatore e preda, è pertanto una punizione ispirata dai loro stessi peccati. Come infatti ella ha ucciso il marito per l’amante, ora è condannata ad essere uccisa dall’amante; e come una passione ardente l’ha spinta al peccato, così è tra le fiamme che ora deve morire ogni volta. Il cavaliere a sua volta sconta le proprie colpe patendo dentro di sé le medesime sofferenze che infligge alla donna.

Appunti Correlati: