Riassunto in italiano Iago’s jealousy


WILLIAM SHAKESPEARE

IAGO’S JEALOUSY

– da OTHELLO – ACT II, SCENE I –

– RIASSUNTO IN ITALIANO –
ANTEFATTO DEL BRANO

Il moro Otello, generale al servizio della Repubblica di Venezia, ha conquistato l’amore della giovane Desdemona, figlia di un senatore veneziano, e l’ha sposata all’insaputa del padre di lei. Iago, un soldato agli ordini di Otello, nutre un odio viscerale per il moro, perché è convinto che egli sia andato al letto con sua moglie Emilia, ed è risentito per essersi vista negata una promozione di grado che Otello ha preferito accordare al personaggio di Cassio. Determinato a rovinare Otello, per prima cosa Iago cerca di ottenere che Brabanzio, il padre di Desdemona, scoprendo la relazione tra Otello e la figlia, vi metta termine, causando così l’infelicità del moro. La manovra tuttavia fallisce, perché quando Brabanzio accusa Otello alle autorità di aver stregato Desdemona, la sua denuncia viene respinta. A questo punto Iago cerca un’altra via per rovinare Otello, e, meditando, escogita il piano che determinerà il corso successivo della tragedia: condurre Otello alla pazzia con lo strumento della gelosia. La scena contenuta nel testo Iago’s jealousy si inserisce esattamente a questo punto della vicenda e riporta il momento in cui Iago, in un soliloquio con sé stesso, partorisce il proprio piano.

RIASSUNTO DEL BRANO

Il monologo di Iago contiene il ragionamento con cui, nella mente del personaggio, prende progressivamente forma il piano di portare Otello alla pazzia scatenando in lui la gelosia nei confronti di Desdemona e Cassio. Questo ragionamento si articola in quattro parti. Nella prima parte il piano ancora non esiste, e Iago considera tra sé e sé alcuni dati di fatto che egli riscontra nei comportamenti di Cassio e Desdemona: Cassio sembra innamorato di Desdemona, e anche Desdemona potrebbe sembrare innamorata di Cassio. Nella seconda parte Iago, sotto la spinta della volontà di rivalsa che lo assilla per il fatto di credere che sua moglie l’abbia tradito con Otello, valuta l’ipotesi di sedurre Desdemona, allo scopo di infliggere ad Otello quella stessa mortificazione che Otello ha inflitto a lui. L’ipotesi è destinata ad essere scartata, ma l’essersi soffermato sulla propria lacerante gelosia fa scintillare nella mente di Iago l’idea che quella gelosia, di cui egli conosce bene il tormento, è probabilmente l’arma migliore che egli possa usare per far soffrire Otello. Si apre quindi un terzo stadio della riflessione, in cui Iago mette insieme i pezzi e il suo piano prende forma: servirsi di Cassio per scatenare la gelosia di Otello, e servirsi di Roderigo per manipolare Cassio. Così il pensiero di Iago giunge al quarto stadio: il compiacimento entusiasta per il piano architettato, accompagnato dal proponimento di metterlo subito in atto con la massima doppiezza e circospezione.

Appunti Correlati: