Traduzione Angel and Tess in the garden


THOMAS HARDY

ANGEL AND TESS IN THE GARDEN

da TESS OF THE D’URBERVILLES – CHAPTER 19

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

The outskirt of the garden in which Tess found herself had been left uncultivated for some years, and was now damp and rank with juicy grass which sent up mists of pollen at a touch; and with tall blooming weeds emitting offensive smells–weeds whose red and yellow and purple hues formed a polychrome as dazzling as that of cultivated flowers.

Il lato estremo del giardino in cui Tess si trovava, era stato lasciato incolto per alcuni anni, ed ora era umido e lussureggiante di erbe grasse che sollevavano un pulviscolo di pollini solo a toccarle, e (era lussureggiante) di alte erbacce fiorenti che emanavano odori sgradevoli, erbacce le cui tinte (hues) rosse, gialle e viola, creavano una policromia tanto brillante (dazzling) quanto quella dei fiori coltivati.


She went stealthily as a cat through this profusion of growth, gathering cuckoo-spittle on her skirts, cracking snails that were underfoot, staining her hands with thistle-milk and slug-slime, and rubbing off upon her naked arms sticky blights which, though snow-white on the apple-tree trunks, made madder stains on her skin; thus she drew quite near to Clare, still unobserved of him.

Lei si aggirava, furtivamente come un gatto, attraverso questa abbondanza di vegetazione (growth: “crescita”), raccogliendo secrezioni gommose sulla gonna, schiacciando le chiocciole che erano sotto i suoi piedi, macchiandosi le mani con la linfa dei cardi e il vischio delle lumache, e asportando sopra le sue braccia nude la resina appiccicosa delle piante che, sebbene bianca come neve sui tronchi dei meli, provocava macchie color rosso sulla pelle; così, si avvicinò a Angel Clare, senza che egli la notasse.


Tess was conscious of neither time nor space. The exaltation which she had described as being producible at will by gazing at a star came now without any determination of hers; she undulated upon the thin notes of the second-hand harp, and their harmonies passed like breezes through her, bringing tears into her eyes.

Tess non era consapevole né del tempo, né dello spazio. L’esaltazione che ella aveva descritto come qualcosa di producibile a comando fissando una stella, ora emerse, involontariamente (lett.: “senza alcuna determinazione da parte sua”); lei si cullava sulle esili note di quell’arpa di seconda mano, e le armonie di quelle note passavano come brezze attraverso di lei, portando le lacrime nei suoi occhi.


The floating pollen seemed to be his notes made visible, and the dampness of the garden the weeping of the garden’s sensibility. Though near nightfall, the rank-smelling weed-flowers glowed as if they would not close for intentness, and the waves of colour mixed with the waves of sound.

I pollini fluttuanti sembravano essere le note (dell’arpa) rese visibili, e l’umidità (sembrava) il pianto della sensibilità del giardino. Anche se la notte era vicina, i fiori delle erbacce acremente profumati sfolgoravano (glowed) come se non volessero chiudersi di proposito (for intentness) e le onde di colore si mescolavano alle onde del suono.

The light which still shone was derived mainly from a large hole in the western bank of cloud; it was like a piece of day left behind by accident, dusk having closed in elsewhere. He concluded his plaintive melody, a very simple performance, demanding no great skill; and she waited, thinking another might be begun.

La luce che ancora brillava proveniva principalmente da un’ampia apertura nei banchi di nubi a occidente; era come una parte del giorno lasciata indietro per caso, dopo che il crepuscolo si era chiuso su tutti gli altri luoghi. Egli (Angel) concluse la sua triste (plainitive) melodia, un’esecuzione molto semplice, che non richiedeva alcuna grande abilità; e Tess rimase in attesa, pensando che un’altra (melodia) sarebbe stata incominciata.


But, tired of playing, he had desultorily come round the fence, and was rambling up behind her. Tess, her cheeks on fire, moved away furtively, as if hardly moving at all. Angel, however, saw her light summer gown, and he spoke; his low tones reaching her, though he was some distance off. ‘What makes you draw off in that way, Tess?’ said he. ‘Are you afraid?’

Ma, stanco di suonare, egli fatto un giro a casaccio attorno alla siepe, e le stava per piombare alle spalle. Tess, con le guance in fiamme, si allontanò furtivamente, quasi senza muoversi (ossia: “senza farsi udire”). Angel, tuttavia, vide il suo leggero abito estivo e parlò; le sue basse tonalità (ossia: “i toni bassi della sua voce”) raggiunsero Tess, sebbene egli fosse un po’ lontano. “Che cosa vi spinge a fuggire in questo modo, Tess?” egli disse. “Avete paura?”


‘Oh no, sir–not of outdoor things; especially just now when the apple-blooth is falling, and everything is so green.’ ‘But you have your indoor fears–eh?”Well–yes, sir.’ ‘What of?’ ‘I couldn’t quite say.’ ‘The milk turning sour?’ ‘No.’ ‘Life in general?’ ‘Yes, sir.’ ‘Ah–so have I, very often. This hobble of being alive is rather serious, don’t you think so?’

“Oh no, signore … non per le cose all’aperto; soprattutto adesso che la fioritura del melo sta cadendo e tutto è così verde”. “Ma voi avete le vostre paure di casa (indoor: “del chiuso, del coperto”), vero?”. “Beh sì, signore”. “Di cosa (avete paura)?” “Non saprei dirvelo”. “Del latte che diventa acido?” “No”. “Della vita in generale?” “Sì, signore”. “Ah, succede anche a me, molto spesso. Questo problema (hobble) di essere vivi è piuttosto serio, non credete?”

‘It is–now you put it that way.’ ‘All the same, I shouldn’t have expected a young girl like you to see it so just yet. How is it you do?’ She maintained a hesitating silence. ‘Come, Tess, tell me in confidence.’

“Sì, ora che la mettete in questo modo”. “Tutti uguali, eppure non mi sarei mai aspettato che una ragazza giovane come voi la vedesse in questo modo (ossia: “pensasse queste cose”). Come mai?” Lei mantenne un silenzio esitante. “Coraggio, Tess, ditemelo in confidenza”.


She thought that he meant what were the aspects of things to her, and replied shyly — ‘The trees have inquisitive eyes, haven’t they?–that is, seem as if they had. And the river says,–‘Why do ye trouble me with your looks?’

Tess pensò che egli intendesse quali fossero per lei gli aspetti delle cose (ossia: “pensò che egli volesse sapere come le cose apparissero agli occhi di lei”), e rispose timidamente (shyly): “Gli alberi hanno occhi inquisitori, no? È così, sembra come che li abbiano. E il fiume dice: perché mi infastidisci con i tuoi sguardi?


And you seem to see numbers of tomorrows just all in a line, the first of them the biggest and clearest, the others getting smaller and smaller as they stand farther away; but they all seem very fierce and cruel and as if they said, ‘I’m coming! Beware of me! Beware of me!’ … But YOU, sir, can raise up dreams with your music, and drive all such horrid fancies away!’

E a te sembra di vedere i numeri del futuro, proprio tutti in una fila, i primi tra essi (ti sembra di vederli) più grandi e chiari, gli altri (ti sembra di vederli) che diventano sempre più piccoli man mano che si allontanano; ma sembrano tutti molto feroci e crudeli, come se dicessero: sto arrivando! Stai attento a me! Stai attento a me! Ma voi, signore, riuscite a far nascere (to raise up: “sollevare”) dei sogni con la vostra musica e cacciare via tutte queste orrende fantasie!”


He was surprised to find this young woman–who though but a milkmaid had just that touch of rarity about her which might make her the envied of her housemates–shaping such sad imaginings. She was expressing in her own native phrases–assisted a little by her Sixth Standard training–feelings which might almost have been called those of the age–the ache of modernism.

Egli (Angel) fu sorpreso di scoprire che questa giovane donna, benché fosse solo una mungitrice, avesse quella rara capacità, che avrebbe potuto farla invidiare dalle compagne, di dar forma a immagini così tristi. Tess stava esprimendo con frasi spontanee, assistita un poco dalla sua istruzione di sesta elementare, sentimenti che avrebbero potuto essere considerati quelli (fondamentali) dell’epoca: il male della modernità.

The perception arrested him less when he reflected that what are called advanced ideas are really in great part but the latest fashion in definition–a more accurate expression, by words in logy and ism, of sensations which men and women have vaguely grasped for centuries.

L’intuizione lo bloccò meno, quando rifletté che quelle che sono chiamate idee progressiste sono in realtà, in gran parte, null’altro che l’ultima moda in fatto di definizioni, una formulazione più accurata, attraverso parole  in –logia e in –ismo, di sensazioni che uomini e donne hanno compreso, seppur in maniera confusa, già da secoli.


Still, it was strange that they should have come to her while yet so young; more than strange; it was impressive, interesting, pathetic. Not guessing the cause, there was nothing to remind him that experience is as to intensity, and not as to duration. Tess’s passing corporeal blight had been her mental harvest.

Tuttavia, era strano che fossero arrivate a lei mentre era ancora così giovane, più che strano: era impressionante, interessante, commovente. Non indovinandone la causa, non c’era nulla che gli ricordasse che l’esperienza è un fatto di intensità e non di durata. La passeggera macchia fisica di Tess era stata anche la sua messe mentale.


Tess, on her part, could not understand why a man of clerical family and good education, and above physical want, should look upon it as a mishap to be alive. […]

Tess, da parte sua, non riusciva a capire perché un uomo di famiglia ecclesiastica e di buona educazione, al di sopra delle necessità materiali, dovesse considerare una sventura l’esser vivo. […]


It was true that he was at present out of his class. But she knew that was only because, like Peter the Great in a shipwright’s yard, he was studying what he wanted to know. He did not milk cows because he was obliged to milk cows, but because he was learning to be a rich and prosperous dairyman, landowner, agriculturist, and breeder of cattle.

Era vero che egli, in quel momento, si trovava fuori dal proprio ambiente. Ma Tess sapeva che era solo perché, come Pietro il Grande nel cantiere navale, stava studiando ciò che voleva conoscere. Non mungeva le mucche perché era obbligato a mungerle, ma (lo faceva) perché stava imparando ad essere un ricco e prospero fattore (dairyman), un proprietario terriero, un agricoltore e un allevatore di bestiame.


He would become an American or Australian Abraham, commanding like a monarch his flocks and his herds, his spotted and his ring-straked, his men-servants and his maids.   At times, nevertheless, it did seem unaccountable to her that a decidedly bookish, musical, thinking young man should have chosen deliberately to be a farmer, and not a clergyman, like his father and brothers.

Sarebbe diventato un Abramo americano o australiano, avrebbe comandato, come un monarca, i suoi greggi e i suoi armenti, le sue bestie pezzate, i servitori e le cameriere. A volte, comunque, le sembrava incomprensibile che un giovane uomo decisamente amante dei libri, della musica e del pensiero, avesse scelto deliberatamente di essere un contadino, e non un ecclesiastico come suo padre e i fratelli.


Thus, neither having the clue to the other’s secret, they were respectively puzzled at what each revealed, and awaited new knowledge of each other’s character and mood without attempting to pry into each other’s history.

Così, non avendo idea, nessuno dei due, del segreto dell’altro, erano perplessi rispetto a ciò che ognuno aveva rivelato e aspettavano di conoscere ulteriormente, l’uno dell’altra, carattere e temperamento, senza tentare di indagare nella storia dell’altro.


Every day, every hour, brought to him one more little stroke of her nature, and to her one more of his. Tess was trying to lead a repressed life, but she little divined the strength of her own vitality.

Ogni giorno, ogni ora, portava a lui un piccolo frammento in più dell’indole di lei, e a lei uno in più di quella di lui. Tess stava cercando di condurre una vita controllata (repressed: “repressa”); ma lei aveva intuito solo vagamente la forza della propria vitalità.


At first Tess seemed to regard Angel Clare as an intelligence rather than as a man. As such she compared him with herself; and at every discovery of the abundance of his illuminations, of the distance between her own modest mental standpoint and the unmeasurable, Andean altitude of his, she became quite dejected, disheartened from all further effort on her own part whatever.

In un primo momento, Tess sembrava considerare Angel Clare come un’intelligenza, più che un uomo. E in quanto tale, lo paragonava a se stessa; e ad ogni scoperta della vastità delle sue idee, della distanza tra il proprio modesto punto di vista e quello di lui, non misurabile, come l’altezza delle Ande, si sentiva (lett.: “diventava”) abbastanza avvilita, senza il coraggio di tentare ulteriori sforzi.


He observed her dejection one day, when he had casually mentioned something to her about pastoral life in ancient Greece. She was gathering the buds called ‘lords and ladies’ from the bank while he spoke. ‘Why do you look so woebegone all of a sudden?’ he asked.

Egli un giorno si rese conto del suo avvilimento, quando le aveva casualmente accennato qualcosa sulla vita pastorale nell’antica Grecia. Tess stava cogliendo i boccioli chiamati “cavalieri e dame” dalla sponda, mentre lui parlava. “Perché all’improvviso sembri così abbattuta?” egli domandò.


‘Oh, ‘tis only–about my own self,’ she said, with a frail laugh of sadness, fitfully beginning to peel ‘a lady’ meanwhile. ‘Just a sense of what might have been with me!

“Oh, è solo per colpa mia” disse lei, con una fragile risata di tristezza, iniziando capricciosamente a sfogliare ‘una dama’ nel frattempo. “Solo un pensiero a ciò che avrebbe potuto essere di me (ossia: “a quello che sarei potuta diventare!”).


My life looks as if it had been wasted for want of chances! When I see what you know, what you have read, and seen, and thought, I feel what a nothing I am! I’m like the poor Queen of Sheba who lived in the Bible. There is no more spirit in me.’

La mia vita sembra come che sia stata sprecata per mancanza (want) di possibilità! Quando vedo quello che sapete voi, quello che avete letto, e  visto, e imparato, sento fino a che punto io non sono niente. Sono come la povera regina di Saba che viene descritta nella Bibbia. Non c’è più spirito in me” (ossia: “Non dispongo di risorse maggiori”).


‘Bless my soul, don’t go troubling about that! Why,’ he said with some enthusiasm, ‘I should be only too glad, my dear Tess, to help you to anything in the way of history, or any line of reading you would like to take up–‘ ‘It is a lady again,’ interrupted she, holding out the bud she had peeled.

“Mia benedetta anima, non vi preoccupate per questo. Perché … ” egli disse con un certo entusiasmo “… Sarei solo felice, mia cara Tess, di aiutarvi per tutto ciò che riguarda la Storia o qualsiasi altro tipo di lettura, che vi piacerebbe intraprendere …”. “Ecco una dama, ancora”, lo interruppe lei, porgendo la gemma che aveva sfogliato.


‘What?’ ‘I meant that there are always more ladies than lords when you come to peel them.’ ‘Never mind about the lords and ladies. Would you like to take up any course of study–history, for example?’

“Cosa?”. “Volevo dire che ci sono sempre più dame che cavalieri quando arrivi a sfogliarli”. “Non vi preoccupate di cavalieri e dame. Vi piacerebbe intraprendere dei corsi di studio: Storia per esempio?”


‘Sometimes I feel I don’t want to know anything more about it than I know already.’ ‘Why not?’ ‘Because what’s the use of learning that I am one of a long row only–finding out that there is set down in some old book somebody just like me, and to know that I shall only act her part; making me sad, that’s all.

“A volte mi sembra di non voler apprendere nulla più di quello che già so”. “Perché no?” “Perché a che cosa mi serve sapere che sono solo una (ossia: “un elemento”) di una lunga schiera (row); scoprendo che in qualche vecchio libro è stato messo qualcuno come me, e sapere che io semplicemente reciterò la sua stessa parte; mi renderebbe infelice, ecco tutto.


The best is not to remember that your nature and your past doings have been just like thousands’ and thousands’, and that your coming life and doings ‘ll be like thousands’s and thousands’.’ ‘What, really, then, you don’t want to learn anything?’

La cosa migliore è non ricordare che la vostra natura e il vostro passato sono identici a quelli di migliaia (di altre persone), e che il vostro futuro, le vostra azioni, saranno ancora uguali ad altre migliaia e migliaia”. “Quindi, davvero, allora, non volete imparare nulla?”


‘I shouldn’t mind learning why–why the sun do shine on the just and the unjust alike,’ she answered, with a slight quaver in her voice. ‘But that’s what books will not tell me.’

“Non mi dispiacerebbe capire perché, perché il sole splende sul giusto e sull’ingiusto allo stesso modo”, rispose Tess con un lieve tremolio della voce. “Ma questo è quello che i libri non mi diranno”.


Appunti Correlati: