Traduzione Dorian’s hedonism


OSCAR WILDE

DORIAN’S HEDONISM

da THE PICTURE OF DORIAN GRAY – CHAPTER 11

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Nel brano Dorian’s hedonism (ossia: “L’edonismo di Dorian”), tratto dal capitolo 11 del romanzo The Picture of Dorian Gray, vengono descritti lo stile di vita e i pensieri del protagonista Dorian a distanza di qualche anno dalla svolta “edonista” scaturita dal contatto con Lord Henry Wotton.

Il brano si colloca grossomodo alla metà del romanzo. Nello studio del pittore Basil Hallward – l’autore del ritratto che dà il nome al romanzo – Dorian ha fatto la conoscenza del carismatico Lord Henry Wotton.

Lord Henry, con i suoi discorsi spregiudicati sul valore della bellezza e sulla fugacità della giovinezza, ha influenzato Dorian al punto da trasformarlo, poco a poco,  nell’incarnazione vivente del suo modo di pensare.

Ossessionato dall’idea della caducità della propria bellezza, e invidioso del suo stesso ritratto, Dorian ha espresso il desiderio di restare eternamente giovane. Esprimendo questo desiderio, Dorian ha innescato, in qualche modo, una sorta di incantesimo, per cui il suo ritratto ha cominciato ad invecchiare al suo posto, e a farsi carico dei segni “fisici” delle sue dissolutezze e dei suoi misfatti.

Dorian, di conseguenza, immune all’azione del tempo e al riparo dalle ricadute di una condotta dissoluta, ha abbracciato uno stile di vita radicalmente edonista, e a poco a poco è diventato un simbolo di eleganza e di stile per la Londra del suo tempo, nonché un modello estetico per molti giovani uomini dell’epoca.

Ma il giovane, completamente calato nel personaggio del dandy all’inseguimento di piaceri sempre nuovi, e del tutto indifferente alle leggi della morale, ha ambizioni che vanno ben al di là della volontà di essere un esempio di eleganza, e nei suoi pensieri, coltiva l’aspirazione a rimanere nella storia come il fondatore di una rivoluzionaria filosofia di vita di stampo edonista, basata sulla rivalutazione dei sensi e dei piaceri, che rovesci dalle fondamenta il moralismo puritano dell’età Vittoriana.


TRADUZIONE

Yet he was not really reckless, at any rate in his relations to society. Once or twice every month during the winter, and on each Wednesday evening while the season lasted, he would throw open to the world his beautiful house and have the most celebrated musicians of the day to charm his guests with the wonders of their art.

Eppure, egli (Dorian Gray) non era veramente incurante degli altri, almeno (at any rate: “in ogni caso”) nei suoi rapporti con la società. Una o due volte al mese, durante l’inverno, ed ogni mercoledì sera per tutta la durata della stagione (lett.: “fino a che durava la stagione”, intendendo la stagione fredda), Dorian apriva al mondo (ossia: “apriva alla società, alla gente”) la sua bellissima casa, ed ospitava i musicisti più osannati del momento, per deliziare i suoi ospiti con le meraviglie della loro arte.


His little dinners, in the settling of which Lord Henry always assisted him, were noted as much for the careful selection and placing of those invited, as for the exquisite taste shown in the decoration of the table, with its subtle symphonic arrangements of exotic flowers, and embroidered cloths, and antique plate of gold and silver.

Le sue cenette, nell’organizzazione delle quali lo assisteva sempre Lord Henry, erano famose tanto per l’accurata selezione e disposizione delle persone invitate, quanto per il gusto squisito dimostrato nella decorazione della tavola, con le sue raffinate e armoniose (symphonic: “sinfonica”) composizioni di fiori esotici, e le tovaglie ricamate, e i piatti antichi d’oro e d’argento.


Indeed, there were many, especially among the very young men, who saw, or fancied that they saw, in Dorian Gray the true realization of a type of which they had often dreamed in Eton or Oxford days, a type that was to combine something of the real culture of the scholar with all the grace and distinction and perfect manner of a citizen of the world.

Senza dubbio, c’erano molti, in particolare tra gli uomini molto giovani, che in Dorian Gray vedevano, o immaginavano di vedere, la vera realizzazione di un modello che avevano spesso vagheggiato nei giorni (ossia: “durante gli anni trascorsi”) a Eton (l’Eton College è una scuola superiore privata situata ad Eton, nel Berkshire. È considerata la più famosa e prestigiosa scuola del Regno Unito) o ad Oxford (= la principale università inglese, fondata nel XII secolo), un modello che riusciva a combinare qualcosa della vera cultura dello studioso, con tutta la grazia, l’eleganza e la perfezione dei modi del cittadino del mondo.

To them he seemed to be of the company of those whom Dante describes as having sought to «make themselves perfect by the worship of beauty». Like Gautier, he was one for whom «the visible world existed.»

Ai loro occhi, Dorian Grey sembrava appartenere al gruppo di coloro che Dante descrive come quelli che hanno cercato “di rendersi perfetti mediante il culto della bellezza”. Come Gautier (Theophile Gautier, scrittore francese fondatore dell’Estetismo), egli (cioè Dorian) era uno per cui “il mondo visibile esisteva”.


And, certainly, to him life itself was the first, the greatest, of the arts, and for it all the other arts seemed to be but a preparation.

E senza dubbio, per lui (per Dorian Gray) proprio la vita era la prima e la più grande delle arti, e tutte le altre arti sembravano essere solo qualcosa di propedeutico.


Fashion, by which what is really fantastic becomes for a moment universal, and dandyism, which, in its own way, is an attempt to assert the absolute modernity of beauty, had, of course, their fascination for him.

La moda, attraverso la quale ciò che è puramente immaginario diventa, per un momento, universale, e il dandismo che, in un certo senso, è un tentativo di affermare l’assoluta modernità della bellezza, avevano naturalmente il loro fascino per Dorian Gray.


His mode of dressing, and the particular styles that from time to time he affected, had their marked influence on the young exquisites of the Mayfair balls and Pall Mall club windows, who copied him in everything that he did, and tried to reproduce the accidental charm of his graceful, though to him only half-serious, fopperies.

Il suo modo di vestire e gli stili particolari che di tanto in tanto adottava, esercitavano la loro marcata influenza sui giovani raffinati dei balli di Mayfair (Mayfair è un quartiere situato nella parte centrale di Londra) e sulle vetrine dei club di Pall Mall (Pall Mall è una delle principali strade di Londra), che lo copiavano in qualsiasi cosa egli facesse e tentavano di riprodurre l’incanto “casuale” (nel senso di “informale, disinvolto, non sforzato”) delle sue graziose, sebbene per lui serie solo a metà, fatuità.


For, while he was but too ready to accept the position that was almost immediately offered to him on his coming of age, and found, indeed, a subtle pleasure in the thought that he might really become to the London of his own day what to imperial Neronian Rome the author of the Satyricon once had been, yet in his inmost heart he desired to be something more than a mere arbiter elegantiarum, to be consulted on the wearing of a jewel, or the knotting of a necktie, or the conduct of a cane.

Infatti, per quanto egli (Dorian) fosse assolutamente pronto ad accettare la posizione che gli era stata offerta quasi immediatamente appena raggiunta la maggiore età (on his coming of age) e provasse, sicuramente, un piacere sottile al pensiero di poter davvero diventare per la Londra della sua epoca quello che un tempo, per la Roma imperiale di Nerone, era stato l’autore del Satyricon (cioè Petronio, autore latino soprannominato ‘Arbiter elegantiarum’, vale a dire “giudice di eleganza”), tuttavia, nel più profondo del suo cuore, egli desiderava essere qualcosa di più di un semplice arbiter elegantiarum, da consultare sul modo di indossare un gioiello, o sul modo di annodare una cravatta, o sul modo di tenere un bastone.


He sought to elaborate some new scheme of life that would have its reasoned philosophy and its ordered principles, and find in the spiritualizing of the senses its highest realization.

Egli si sforzava di elaborare una qualche nuova filosofia di vita che possedesse una sua teoria ragionata, e propri princìpi ordinati, e trovasse nella spiritualizzazione dei sensi la sua più alta realizzazione.

The worship of the senses has often, and with much justice, been decried, men feeling a natural instinct of terror about passions and sensations that seem stronger than themselves, and that they are conscious of sharing with the less highly organized forms of existence.

Il culto dei sensi è stato spesso criticato, e in maniera del tutto corretta (lett.: “e con molta giustizia”), avvertendo gli uomini un istinto naturale di paura verso le passioni e le emozioni (sensations: “sensazioni”) che sembrano più forti di loro stessi, e che (essi, gli uomini”) sono consapevoli di condividere con le forme di vita organizzate in maniera meno evoluta.


But it appeared to Dorian Gray that the true nature of the senses had never been understood, and that they had remained savage and animal merely because the world had sought to starve them into submission or to kill them by pain, instead of aiming at making them elements of a new spirituality, of which a fine instinct for beauty was to be the dominant characteristic.

Ma a Dorian Gray sembrava che la vera natura dei sensi non fosse mai stata capita, e che essi (i sensi) fossero rimasti selvaggi e primitivi (animal: “bestiali”) solo perché il mondo aveva cercato di assoggettarli prendendoli per fame, o di ucciderli attraverso la sofferenza, invece di puntare a fare di essi i fondamenti di una nuova spiritualità, della quale un sottile istinto per la bellezza fosse la caratteristica dominante.


As he looked back upon man moving through history, he was haunted by a feeling of loss. So much had been surrendered! and to such little purpose!

Appena egli (Dorian) guardava indietro al cammino dell’uomo attraverso la Storia, veniva pervaso da un senso di “perdita”. Quanto era stato dato via! (vale a dire: “A quanto si era rinunciato!”). E per quale insignificante scopo!


There had been mad wilful rejections, monstrous forms of self-torture and self-denial, whose origin was fear and whose result was a degradation infinitely more terrible than that fancied degradation from which, in their ignorance, they had sought to escape;

Si erano verificate folli rinunce intenzionali (wilful: “deliberato, intenzionale”), mostruose forme di auto-tortura e di automortificazione, la cui origine era la paura, e il cui risultato era una degradazione infinitamente più terribile di quella degradazione supposta, alla quale, nella loro ignoranza, essi si erano sforzati di sfuggire.


Nature, in her wonderful irony, driving out the anchorite to feed with the wild animals of the desert and giving to the hermit the beasts of the field as his companions.

In quanto la Natura, nella sua straordinaria ironia, costringeva (to drive out: “cacciare, snidare, spingere”) l’anacoreta a nutrirsi con gli animali selvatici del deserto e dava all’eremita, come compagne, le bestie dei campi.


Yes: there was to be, as Lord Henry had prophesied, a new Hedonism that was to recreate life and to save it from that harsh uncomely puritanism that is having, in our own day, its curious revival.

Sì: ci sarebbe stato, come lord Henry aveva profetizzato, un nuovo Edonismo, che avrebbe reimpostato la vita e l’avrebbe salvata da quel puritanesimo aspro e sgradevole che, ai giorni nostri, sta avendo una singolare reviviscenza.

It was to have its service of the intellect, certainly, yet it was never to accept any theory or system that would involve the sacrifice of any mode of passionate experience.

Esso (vale a dire il new Hedonism citato sopra, ossia il nuovo Edonismo profetizzato da Lord Henry) si sarebbe senz’altro avvalso dell’intelletto, però non avrebbe mai accolto alcuna teoria, né alcun sistema di idee che comportasse il sacrificio di qualsiasi forma di esperienza travolgente.


Its aim, indeed, was to be experience itself, and not the fruits of experience, sweet or bitter as they might be.

Il suo scopo, infatti, sarebbe stato l’esperienza stessa e non i frutti dell’esperienza, dolci o amari che fossero stati.


Of the asceticism that deadens the senses, as of the vulgar profligacy that dulls them, it was to know nothing. But it was to teach man to concentrate himself upon the moments of a life that is itself but a moment.

Dell’ascetismo che smorza i sensi, come della volgare dissolutezza che li indebolisce, (il nuovo edonismo) non avrebbe saputo nulla. Piuttosto esso (il nuovo edonismo) avrebbe insegnato all’uomo a concentrarsi sugli attimi di una vita che è essa stessa un attimo.


Appunti Correlati: