Traduzione letterale La battaglia. Morte di Catilina


SALLUSTIO

LA BATTAGLIA. MORTE DI CATILINA

– DE CATILINAE CONIURATIONE 60 –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Par. 1
Ma quando Petreio, dopo aver controllato ogni cosa, dà il segnale con la tromba, ordina alle coorti di avanzare poco alla volta, e l’esercito dei nemici fa la stessa cosa.

Ma

Sed

quando

ubi

Petreio,

Petreius

dopo aver controllato ogni cosa,

omnibus rebus exploratis (ablativo assoluto con valore temporale)

dat

il segnale

signum

con la tromba,

tuba (ablativo strumentale),

ordina

iubet

alle coorti

cohortis (→ cohortes)

di avanzare

incedere

poco alla volta;

paulatim;

l’esercito

exercitus

dei nemici

hostium

fa

facit

la stessa cosa.

idem.

Par. 2

Dopo che si giunse là, da dove la battaglia potesse essere ingaggiata dai soldati armati alla leggera, con le insegne rivolte al nemico, si lanciano gli uni contro gli altri (concurrunt) con altissime grida, abbandonano le lance e lo scontro viene gestito con le spade.

Dopo che

Postquam

si giunse

ventum est

eo (avverbio di moto a luogo)

da dove

unde (avverbio di moto da luogo)

la battaglia

proelium

potesse

posset

essere ingaggiata

committi

dai soldati armati alla leggera,

a ferentariis (complemento d’agente),

con le insegne

cum signis

rivolte al nemico,

infestis

(le schiere)

(sottinteso exercitus)

si slanciano l’una verso l’altra

concurrunt

con altissimo

maxumo (→ maximo)

clamore;

clamore;

abbandonano

omittunt

le lance,

pila,

la cosa

res

viene gestita

geritur

con le spade.

gladiis (ablativo strumentale).

Par. 3

I veterani, memori dell’antico valore, incalzano violentemente corpo a corpo; quelli (i congiurati), resistono per niente impauriti: si combatte con tutta la forza.

I veterani,

Veterani,

memori

memores

dell’antico

pristinae

valore,

virtutis,

incalzano

instare (infinito storico)

violentemente

acriter

corpo a corpo;

comminus (avverbio);

quelli (i congiurati)

illi

resistono,

resistunt

per niente impauriti:

haud timidi (predicativo del soggetto):

si combatte

certatur

con la massima

maxuma (→ maxima)

violenza.

vi (ablativo strumentale).

Par. 4

Intanto Catilina, insieme ai i soldati armati alla leggera, si aggira in prima linea, soccorre quelli affaticati, fa venire soldati freschi al posto dei feriti, provvede a tutto, combatte molto egli stesso, spesso ferisce il nemico; eseguiva contemporaneamente i compiti del soldato valoroso e del buon comandante.

Intanto

Interea

Catilina,

Catilina

insieme ai i soldati armati alla leggera,

cum expeditis

si aggira

versari (infinito storico)

in prima linea,

in prima acie,

presta soccorso

succurrere (infinito storico)

ai (soldati) affaticati,

laborantibus (dativo richiesto da soccurro),

fa venire

arcessere (infinito storico)

(soldati) freschi

integros

al posto dei feriti,

pro sauciis,

provvede

providere (infinito storico)

a tutte le cose,

omnia,

combatte

pugnare (infinito storico)

molto

multum

egli stesso,

ipse,

spesso

saepe

ferisce

ferire (infinito storico)

il nemico;

hostem;

eseguiva

exsequebatur

contemporaneamente

simul

i compiti

officia

del soldato

militis

valoroso

strenui

e

et

del buon

boni

comandante.

imperatoris.

Par. 5

Petreio, appena vede che Catilina, contrariamente a quanto egli aveva previsto, attaccava con grande forza, conduce la coorte pretoria al centro dei nemici, uccide sia quelli che erano stati scompigliati sia gli altri che resistevano altrove; poi assale tutti gli altri dai fianchi, dall’una e dall’altra parte.

Petreio,

Petreius,

appena

ubi

vede

videt

che Catilina,

Catilinam

contrariamente

contra

a quanto

ac

egli aveva previsto,

ratus erat,

attaccava

tendere

con grande forza,

magna vi (complemento di modo),

conduce

inducit

la coorte

cohortem

pretoria

praetoriam

al centro dei nemici,

in medios hostis (→ hostes; complemento di moto a luogo),

uccide

interficit

sia quelli

eosque

che erano stati scompigliati

perturbatos (participio attributivo)

sia

atque

gli altri

alios

che resistevano

resistentis (→ resistentes; participio attributivo)

altrove;

alibi;

poi

deinde

assale

adgreditur

tutti gli altri

ceteros

dai fianchi,

ex lateribus

dall’una e dall’altra parte.

utrimque.

Par. 6

Manlio e il Fiesolano cadono combattendo tra i primi.

Manlio

Manlius

e

et

il Fiesolano

Faesulanus

cadono

cadunt

combattendo (mentre combattono)

pugnantes (participio congiunto con valore temporale)

tra i primi.

in primis.

Par. 7

Catilina, quando vede che le sue truppe sono state decimate e che egli è rimasto con pochi uomini, memore della sua stirpe e della sua antica posizione, si scaglia dove i nemici sono più fitti e lì, combattendo, viene trafitto.

Catilina,

Catilina

dopo che

postquam

vede

videt

che le (sue) truppe

copias

sono state decimate,

fusas (esse)

e che egli

seque (→ et se)

è

(sottinteso esse)

rimasto

relicuom (→ reliquum)

con pochi(uomini),

cum paucis

memore

memor

della (sua) stirpe

generis

e

atque

della sua

suae

antica

pristinae

posizione,

dignitatis,

si scaglia

incurrit

nel punto più fitto dei nemici

in confertissumos hostis (→ confertissimos hostes)

e lì,

ibique

combattendo (mentre combatte)

pugnans (participio congiunto, riferito a Catilina, con valore temporale)

viene trafitto.

confoditur.

Appunti Correlati: