Traduzione My soul began to expand


CHARLOTTE BRONTE

MY SOUL BEGAN TO EXPAND

– da JANE EYRE –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Go out of the room; return to the nursery,” was her mandate. My look or something else must have struck her as offensive, for she spoke with extreme though suppressed irritation. I got up, I went to the door; I came back again; I walked to the window, across the room, then close up to her.

“Esci dalla stanza, torna nella stanza dei bambini (nursery: “stanza dei bambini”)” fu il suo ordine. La mia espressione o qualche altra cosa doveva esserle sembrata (to strike as: “sembrare come, dare l’impressione di”) offensiva, perché lei parlò con estrema, per quanto repressa, irritazione. Mi alzai, andai alla porta; poi tornai indietro; camminai verso la finestra, attraverso la stanza, e poi mi accostai a lei.

Speak I must: I had been trodden on severely, and must turn: but how? What strength had I to dart retaliation at my antagonist? I gathered my energies and launched them in this blunt sentence —

Dovevo parlare: ero stata offesa (to tread on: “calpestare, maltrattare”) duramente, e dovevo ribellarmi: ma come? Che forza avevo io per rispondere all’attacco (to dart: “scagliare”) della mia rivale? Raccolsi (to gather: “raccogliere”) le mie energie e le concentrai in questa frase secca (blunt: “brusco, secco”):

I am not deceitful: if I were, I should say I loved you; but I declare I do not love you: I dislike you the worst of anybody in the world except John Reed; and this book about the liar, you may give to your girl, Georgiana, for it is she who tells lies, and not I.”

“Io non sono falsa: se lo fossi, direi che vi voglio bene; invece dichiaro che non vi voglio bene: io vi detesto più di chiunque altro al mondo, a parte John Reed; e questo libro riguardo ad una bugiarda, potete darlo a vostra figlia, Georgiana, perché è lei che dice bugie, e non io.”

Mrs. Reed’s hands still lay on her work inactive: her eye of ice continued to dwell freezingly on mine.

Le mani della signora Reed erano ancora poggiate sul suo lavoro, immobili: i suoi occhi di ghiaccio continuavano a soffermarsi (to dwell: “soffermarsi”) freddamente sui miei.

What more have you to say?” she asked, rather in the tone in which a person might address an opponent of adult age than such as is ordinarily used to a child.

“Che cos’altro hai da dire?” chiese, più col tono con cui una persona potrebbe rivolgersi a un avversario adulto, che con quello che è abitualmente usato nei confronti di un bambino.

That eye of hers, that voice stirred every antipathy I had. Shaking from head to foot, thrilled with ungovernable excitement, I continued —

Quegli occhi di lei, quella voce suscitarono (to stir: “suscitare, provocare, scatenare”) tutta la mia avversione. Tremando dalla testa ai piedi, animata da una furia irrefrenabile, continuai:

I am glad you are no relation of mine: I will never call you aunt again as long as I live. I will never come to see you when I am grown up; and if any one asks me how I liked you, and how you treated me, I will say the very thought of you makes me sick, and that you treated me with miserable cruelty”. “How dare you affirm that, Jane Eyre?”

“Sono felice che voi non siate mia parente: non vi chiamerò mai più zia finché vivrò. Non verrò a trovarvi quando sarò cresciuta; e se qualcuno mi chiederà come io vi considerassi, e come voi mi abbiate trattato, dirò che il solo pensiero di voi mi fa venire la nausea (to make sick: “nauseare”), e che voi mi avete trattato con miserabile crudeltà”. “Come osi dire questo, Jane Eyre?”.

How dare I, Mrs. Reed? How dare I? Because it is the truth. You think I have no feelings, and that I can do without one bit of love or kindness; but I cannot live so: and you have no pity. I shall remember how you thrust me back — roughly and violently thrust me back — into the red-room, and locked me up there, to my dying day;

“Come oso, Signora Reed? Come oso? Perché è la verità. Voi credete che io non abbia sentimenti e che possa vivere senza un briciolo d’amore o di gentilezza; ma io non posso vivere in questo modo: e voi non avete compassione. Mi ricorderò di come mi avete spinta – duramente e violentemente spinta – dentro la camera rossa e di come mi avete rinchiusa lì, (me lo ricorderò) fino al giorno della mia morte;

though I was in agony; though I cried out, while suffocating with distress, ‘Have mercy! Have mercy, Aunt Reed!’ And that punishment you made me suffer because your wicked boy struck me — knocked me down for nothing. I will tell anybody who asks me questions, this exact tale. People think you a good woman, but you are bad, hard-hearted. You are deceitful!”

(sottinteso: “mi avete rinchiusa lì”) anche se morivo dal dolore; anche se, mentre soffocavo per l’angoscia, gridavo: ‘Abbiate pietà, abbiate pietà zia Reed!’ E mi avete fatto patire quella punizione perché il vostro figlio malvagio mi ha picchiata, mi ha gettata a terra senza motivo! Racconterò a chiunque mi farà delle domande questa precisa storia. La gente vi crede una brava donna, ma voi siete cattiva, dal cuore duro. Siete voi ad essere falsa!”

Ere I had finished this reply, my soul began to expand, to exult, with the strangest sense of freedom, of triumph, I ever felt. It seemed as if an invisible bond had burst, and that I had struggled out into unhoped-for liberty.

Prima che io avessi finito questa replica, la mia anima cominciò a espandersi, a esultare, con la più strana sensazione di libertà, di trionfo, che avessi mai provato. Sembrava come se una catena invisibile si fosse spezzata e che io fossi riuscita a divincolarmi e a guadagnare una libertà insperata (struggle out into: “divincolarmi per entrare in”).

Not without cause was this sentiment: Mrs. Reed looked frightened; her work had slipped from her knee; she was lifting up her hands, rocking herself to and fro, and even twisting her face as if she would cry.

E questa sensazione non era immotivata (lett.: “non era senza causa”): la signora Reed sembrava terrorizzata; il lavoro le era scivolato dalle ginocchia; stava sollevando le sue mani, dondolandosi avanti e indietro, e addirittura stava cambiando espressione, come se volesse piangere.

Jane, you are under a mistake: what is the matter with you? Why do you tremble so violently? Would you like to drink some water?”. “No, Mrs. Reed”. “Is there anything else you wish for, Jane? I assure you, I desire to be your friend.”

“Jane, tu sei in errore: che cosa ti succede? Perché tremi così intensamente? Vorresti bere un po’ d’acqua?”. “No, signora Reed”. “C’è qualcos’altro che desideri, Jane? Te lo assicuro, io voglio essere tua amica”.

Not you. You told Mr. Brocklehurst I had a bad character, a deceitful disposition; and I’ll let everybody at Lowood know what you are, and what you have done.”

“Non è vero. Avete detto al signor Brocklehurst che ho un’indole cattiva, una disposizione alla falsità; e io racconterò a tutti, a Lowood, chi siete e che cosa avete fatto.”

Jane, you don’t understand these things: children must be corrected for their faults.” “Deceit is not my fault!” I cried out in a savage, high voice. “But you are passionate, Jane, that you must allow: and now return to the nursery — there’s a dear — and lie down a little.”

“Jane, tu non capisci queste cose: i bambini devono essere corretti per i loro difetti”. “La falsità non è un mio difetto!”, gridai con voce alta e feroce. “Ma tu sei impulsiva, Jane, devi ammetterlo: e adesso torna nella stanza dei bambini – fa’ la brava – e sdraiati un po’”.

I am not your dear; I cannot lie down: send me to school soon, Mrs. Reed, for I hate to live here.” “I will indeed send her to school soon,” murmured Mrs. Reed sotto voce; and gathering up her work, she abruptly quitted the apartment.

“Io non sono il vostro tesoro e non ci riesco a sdraiarmi: mandatemi in collegio presto, signora Reed, perché odio vivere qui”. “Certamente che la manderò presto in collegio”, mormorò la signora Reed sotto voce; e dopo aver raccolto il lavoro, lasciò bruscamente la stanza.

Appunti Correlati: