Traduzione Story of the door


ROBERT LOUIS STEVENSON

STORY OF THE DOOR

da THE STRANGE CASE OF DR JEKYLL AND MR HYDE – Chapter 1

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Mr. Utterson the lawyer was a man of a rugged countenance that was never lighted by a smile; cold, scanty and embarrassed in discourse; backward in sentiment; lean, long, dusty, dreary and yet somehow lovable.

Il signor Utterson, l’avvocato, era un uomo con un’espressione burbera, che non era mai illuminata da un sorriso; (era) freddo, reticente e impacciato nel parlare, introverso (lett.: “ritroso nelle manifestazioni emotive”); magro, allampanato, dimesso e tetro – ma, malgrado ciò, in qualche modo amabile.

At friendly meetings, and when the wine was to his taste, something eminently human beaconed from his eye; something indeed which never found its way into his talk, but which spoke not only in these silent symbols of the after-dinner face, but more often and loudly in the acts of his life.

Alle riunioni tra amici, e quando il vino era di suo gusto, nei suoi occhi splendeva un qualcosa di spiccatamente umano, qualcosa che non si era tradotto mai in parole (lett.: “che non trovò mai la propria strada nella sua conversazione”), e che tuttavia si esprimeva non solamente in questi silenziosi segnali del volto del dopo cena, ma più spesso, e in maniera più evidente, nelle azioni della sua vita.

He was austere with himself; drank gin when he was alone, to mortify a taste for vintages; and though he enjoyed the theater, had not crossed the doors of one for twenty years. But he had an approved tolerance for others; sometimes wondering, almost with envy, at the high pressure of spirits involved in their misdeeds; and in any extremity inclined to help rather than to reprove.

Egli era severo con sé stesso; quando era da solo beveva gin, per mortificare la (propria) predilezione per i vini d’annata; inoltre, benché amasse il teatro, non ne aveva varcato la soglia da vent’anni. Nei confronti degli altri, invece, egli possedeva una notevole tolleranza, meravigliandosi talvolta, quasi con invidia, di fronte all’elevata urgenza di spirito racchiusa nei loro misfatti (ossia: “davanti al vitalismo che li spingeva a commettere dei misfatti”). E, anche nei casi più gravi, era incline ad aiutare più che a disapprovare.

“I incline to Cain’s heresy,” he used to say quaintly: “I let my brother go to the devil in his own way.” In this character, it was frequently his fortune to be the last reputable acquaintance and the last good influence in the lives of downgoing men. And to such as these, so long as they came about his chambers, he never marked a shade of change in his demeanour.

“Io propendo per l’eresia di Caino (ossia: “io sto dalla parte di Caino”)”, era solito dire in modo eccentrico: “lascio che mio fratello vada al diavolo per la propria strada (ossia: “come meglio crede”)”. Con una tale disposizione d’animo, la sua sorte era spesso (quella di) essere l’ultima conoscenza rispettabile e l’ultima influenza benefica nelle vite degli uomini sulla via della rovina (lett.: “che cadevano in basso”). E verso costoro, fintanto che frequentavano il suo ufficio, mai aveva mostrato un’ombra di mutamento nel proprio atteggiamento.

No doubt the feat was easy to Mr. Utterson; for he was undemonstrative at the best, and even his friendship seemed to be founded in a similar catholicity of good-nature. It is the mark of a modest man to accept his friendly circle ready-made from the hands of opportunity; and that was the lawyer’s way.

Senza dubbio era un’impresa facile per il signor Utterson, dato che egli era estremamente riservato, e persino la sua amicizia sembrava essere fondata su di un analoga tolleranza di natura bonaria. È una caratteristica dell’uomo discreto accettare la propria cerchia di amici così come essa gli viene offerta dalle mani del caso (ready-made, lett.: “pronta, preconfezionata, predisposta”), e quello era il modo di fare dell’avvocato.

Appunti Correlati: