Traduzione The privilege of youth


JOSEPH CONRAD

THE PRIVILEGE OF YOUTH

– da THE SHADOW-LINE – CHAPTER 1 –

– TRADUZIONE IN ITALIANO –

Only the young have such moments. I don’t mean the very young. No. The very young have, properly speaking, no moments. It is the privilege of early youth to live in advance of its days in all the beautiful continuity of hope which knows no pauses and no introspection.

Soltanto i giovani hanno momenti simili. Non intendo i giovanissimi. No. I giovanissimi, per essere precisi, non hanno momenti. È il privilegio della prima giovinezza, vivere in anticipo sui propri giorni nella completa, bella continuità di una speranza che non conosce né pause, né introspezione.

One closes behind one the little gate of mere boyishness — and enters an enchanted garden. Its very shades glow with promise. Every turn of the path has its seduction. And it isn’t because it is an undiscovered country. One knows well enough that all mankind had streamed that way. It is the charm of universal experience from which one expects an uncommon or personal sensation — a bit of one’s own.

Uno si chiude alle spalle il piccolo cancello della fanciullezza ed entra in un giardino incantato. Persino le sue ombre risplendono di promesse. Ogni svolta del sentiero ha un suo fascino. E non è perché si tratta di una terra inesplorata. Uno sa abbastanza bene che tutta l’umanità ha già percorso quella stessa strada. È il fascino dell’esperienza universale da cui uno si aspetta una sensazione non comune o personale: un po’ di se stessi.

One goes on recognizing the landmarks of the predecessors, excited, amused, taking the hard luck and the good luck together — the kicks and the half-pence, as the saying is — the picturesque common lot that holds so many possibilities for the deserving or perhaps for the lucky. Yes. One goes on. And the time, too, goes on — till one perceives ahead a shadow-line warning one that the region of early youth, too, must be left behind.

Uno va avanti riconoscendo i traguardi dei suoi predecessori, eccitato e divertito, accogliendo insieme la buona e la cattiva sorte – le rose e le spine, come si dice – la variopinta sorte comune che riserva tante possibilità per i meritevoli, o forse, per i fortunati. Già. Uno va avanti. E il tempo, a sua volta, va avanti; finché uno si vede davanti una linea d’ombra che lo avvisa che anche la regione della prima giovinezza deve essere lasciata indietro.

This is the period of life in which such moments of which I have spoken are likely to come. What moments? Why, the moments of boredom, of weariness, of dissatisfaction. Rash moments. I mean moments when the still young are inclined to commit rash actions, such as getting married suddenly or else throwing up a job for no reason.

Questo è il periodo della vita in cui è probabile che arrivino momenti simili a quelli di cui ho parlato. Quali momenti? Ebbene, i momenti di noia, di stanchezza, di insoddisfazione. Momenti di avventatezza. Intendo quei momenti in cui quelli ancora giovani sono portati a compiere atti avventati, come sposarsi all’improvviso, o abbandonare un lavoro senza motivo alcuno.

This is not a marriage story. It wasn’t so bad as that with me. My action, rash as it was, had more the character of divorce — almost of desertion. For no reason on which a sensible person could put a finger I threw up my job — chucked my berth — left the ship of which the worst that could be said was that she was a steamship and therefore, perhaps, not entitled to that blind loyalty which. . . . However, it’s no use trying to put a gloss on what even at the time I myself half suspected to be a caprice.

Questa non è la storia di un matrimonio. Non ero ridotto così male. Il mio atto, per quanto avventato, ebbe più le caratteristiche di un divorzio – o quasi di una diserzione. Senza alcuna ragione nella quale una persona sensata veda di fatto una ragione, lasciai il mio lavoro – abbandonai il mio posto a bordo – abbandonai una nave della quale la cosa peggiore che si potesse dire era che era una nave a vapore e perciò, forse, indegna di quella cieca fedeltà che … Comunque, non è di alcuna utilità cercare di rendere plausibile (lett.: “cercare di mettere una pezza su”) quello che io stesso, anche allora, sospettai essere un capriccio.

It was in an Eastern port. She was an Eastern ship, inasmuch as then she belonged to that port. She traded among dark islands on a blue reef-scarred sea, with the Red Ensign over the taffrail and at her masthead a house-flag, also red, but with a green border and with a white crescent in it. For an Arab owned her, and a Syed at that. Hence the green border on the flag. He was the head of a great House of Straits Arabs, but as loyal a subject of the complex British Empire as you could find east of the Suez Canal. World politics did not trouble him at all, but he had a great occult power amongst his own people.

Fu in un porto dell’Oriente. “Lei” era una nave dell’Oriente, in quanto allora apparteneva a quel porto. Commerciava fra isole oscure su un mare blu inciso da scogli, con la bandiera rossa (della Marina mercantile britannica) sul coronamento di poppa, e all’albero la bandiera della Compagnia, anch’essa rossa, ma con un bordo verde e con una mezzaluna bianca al centro. Per cui la possedeva un Arabo, e per giunta un Syed. Di qui il bordo verde sulla bandiera. Era il capo di un grande Casato di arabi degli Stretti, e tuttavia un suddito tanto fedele al composito Impero britannico come ne avresti potuti trovare ad Est del Canale di Suez. La politica mondiale non lo preoccupava affatto, ma aveva un grande potere occulto tra la sua gente. […]

As to the kind of trade she was engaged in and the character of my shipmates, I could not have been happier if I had had the life and the men made to my order by a benevolent Enchanter.

Per quel che riguarda il genere di traffici nel quale era impegnata e il carattere dei miei compagni di bordo, non avrei potuto essere più soddisfatto nemmeno se avessi avuto vita e uomini realizzati su mia richiesta da un mago buono.

And suddenly I left all this. I left it in that, to us, inconsequential manner in which a bird flies away from a comfortable branch. It was as though all unknowing I had heard a whisper or seen something. Well — perhaps! One day I was perfectly right and the next everything was gone — glamour, flavour, interest, contentment — everything. It was one of these moments, you know. The green sickness of late youth descended on me and carried me off. Carried me off that ship, I mean.

E all’improvviso abbandonai tutto questo. Abbandonai tutto in quel modo, per noi irragionevole, in cui un uccello vola via da un comodo ramo. Fu come se, in maniera del tutto inconsapevole, avessi udito un sussurro o visto qualcosa. Bene, forse! Un giorno mi andava tutto benissimo e il giorno dopo se n’era tutto andato: il fascino, il sapore, l’interesse, la soddisfazione – tutto. Era uno di quei momenti, capite. Il malessere acerbo della tarda giovinezza calò su di me e mi portò via. Mi portò via da quella nave, intendo.

We were only four white men on board, with a large crew of Kalashes and two Malay petty officers. The Captain stared hard as if wondering what ailed me. But he was a sailor, and he, too, had been young at one time. Presently a smile came to lurk under his thick iron-gray moustache, and he observed that, of course, if I felt I must go he couldn’t keep me by main force.

Eravamo solo quattro i bianchi a bordo, con un numeroso equipaggio di Calasci e due sottufficiali malesi. Il Capitano mi guardò fisso come se si domandasse cosa mi tormentasse. Ma era un marinaio, e anche lui era stato giovane un tempo. All’istante un sorriso spuntò sotto i suoi folti baffi grigio-ferro e osservò che, naturalmente, se io sentivo di dovermene andare non mi poteva trattenere con la forza.

And it was arranged that I should be paid off the next morning. As I was going out of his cabin he added suddenly, in a peculiar wistful tone, that he hoped I would find what I was so anxious to go and look for. A soft, cryptic utterance which seemed to reach deeper than any diamond-hard tool could have done. I do believe he understood my case.

E fu pattuito che sarei stato liquidato l’indomani mattina. Mentre stavo uscendo dalla sua cabina, improvvisamente aggiunse con un tono strano e pensoso che sperava che io trovassi quello che ero così ansioso di andare a cercare. Un’espressione pacata e criptica, che sembrava andare più a fondo di quanto avrebbe potuto fare qualsiasi arnese duro come il diamante. Credo che avesse proprio capito il mio caso.

But the second engineer attacked me differently. He was a sturdy young Scot, with a smooth face and light eyes. His honest red countenance emerged out of the engine-room companion and then the whole robust man, with shirt sleeves turned up, wiping slowly the massive fore-arms with a lump of cotton-waste. And his light eyes expressed bitter distaste, as though our friendship had turned to ashes. He said weightily: “Oh! Aye! I’ve been thinking it was about time for you to run away home and get married to some silly girl.”

Ma, diversamente, il secondo macchinista mi attaccò. Era un giovane scozzese robusto, con il viso liscio e gli occhi chiari. La sua faccia rossa e onesta si affacciò dalla scaletta di boccaporto della sala macchine e poi (si affacciò) tutto l’uomo robusto, con le maniche della camicia rimboccate, asciugando lentamente i massicci avambracci con brandello di strofinaccio di cotone. E i suoi occhi chiari espressero un amaro disgusto, come se la nostra amicizia si fosse trasformata in cenere. Disse con tono serio: “Ah! Certo! L’ho pensato da tempo che avresti finito per scappare a casa e sposarti qualche stupida”.

It was tacitly understood in the port that John Nieven was a fierce misogynist; and the absurd character of the sally convinced me that he meant to be nasty — very nasty — had meant to say the most crushing thing he could think of. My laugh sounded deprecatory. Nobody but a friend could be so angry as that. I became a little crestfallen. Our chief engineer also took a characteristic view of my action, but in a kindlier spirit.

Era tacitamente risaputo, nel porto, che John Nieven era un feroce misogino e l’assurdità della sua sortita mi convinse che intendeva essere villano – molto villano – che intendeva dire la cosa che riteneva più offensiva che era riuscito a pensare. La mia risata suonò come una scusa. Solo un amico poteva essere arrabbiato a tal punto. E mi ritrovai un po’ avvilito. Anche il capomacchinista considerò la mia azione da un punto di vista tutto suo, ma con spirito più benevolo.

He was young, too, but very thin, and with a mist of fluffy brown beard all round his haggard face. All day long, at sea or in harbour, he could be seen walking hastily up and down the after-deck, wearing an intense, spiritually rapt expression, which was caused by a perpetual consciousness of unpleasant physical sensations in his internal economy.

Era giovane anche lui, ma molto magro, con un velo di barba bruna lanuginosa intorno alla sua faccia macilenta. Per tutto il giorno, in mare o in porto, lo si poteva vedere camminare in fretta su e giù per il ponte di poppa, con addosso un’espressione intensa, spiritualmente rapita, che era causata dalla continua percezione di sgradevoli sensazioni fisiche nella sua economia interna.

For he was a confirmed dyspeptic. His view of my case was very simple. He said it was nothing but deranged liver. Of course! He suggested I should stay for another trip and meantime dose myself with a certain patent medicine in which his own belief was absolute. “I’ll tell you what I’ll do. I’ll buy you two bottles, out of my own pocket. There. I can’t say fairer than that, can I?”

Perché era un dispeptico diagnosticato. Il suo punto di vista sul mio caso era molto semplice. Disse che non si trattava d’altro che di disfunzione epatica. Senza dubbio! Suggerì che sarei dovuto rimanere per un altro viaggio, e nel frattempo assumere (to dose oneself: “assumere, prendere”) una certa specialità farmaceutica in cui la sua fiducia era totale. “Ti dirò io quello che farò. Comprerò per te due bottiglie di tasca mia. Ecco. Più di così non posso fare, non ti pare?”.

I believe he would have perpetrated the atrocity (or generosity) at the merest sign of weakening on my part. By that time, however, I was more discontented, disgusted, and dogged than ever. The past eighteen months, so full of new and varied experience, appeared a dreary, prosaic waste of days. I felt — how shall I express it? — that there was no truth to be got out of them.

Credo che avrebbe perpetrato quell’atto crudele (o generoso) al più piccolo segno di cedimento da parte mia. Ma ormai io ero più insoddisfatto, disgustato e intestardito che mai. I diciotto mesi passati, così pieni di esperienze nuove e variate, sembravano uno spreco desolato e tetro di tempo. Sentivo – come farò ad esprimerlo? – che non c’era nessuna verità che potesse essere cavata fuori da essi.

What truth? I should have been hard put to it to explain. Probably, if pressed, I would have burst into tears simply. I was young enough for that.

Quale verità? Sarebbe stato duro per darne una chiara spiegazione. Probabilmente, se fossi stato incalzato sarei, semplicemente scoppiato a piangere. Ero abbastanza giovane per farlo.

Appunti Correlati: